18 ottobre, 2018

Il portale podistico
SALCUS dal Garda agli Euganei

SALCUS dal Garda agli Euganei

Continua senza soste la presenza SALCUS nelle ludico motorie organizzate un po’ ovunque anche in questi giorni di passaggio dal vecchio al nuovo anno e così, come avvenuto esattamente un anno fa, chiusura 2017 a Lazise (VR) ed apertura 2018 a Teolo (PD), anche se in condizioni climatiche piuttosto diverse, soprattutto riferito a Teolo di questa mattina.

Ultimo dell’anno a Lazise, quindi, per partecipare come negli ultimi anni alla 9^ “Marcia Tra le Mura di Lazise”, ludico motoria organizzata dall’ A.S.D. Le Sgalmare di Colà: questa volta niente nebbia e neanche particolarmente freddo, solo leggermente nuvoloso, e questo, unito al fatto di essere tornata di domenica,  ha favorito anche la partecipazione che è andata ad assestarsi attorno alle quattromila presenze, quindi tornando allo standard del 2016 e precedenti. Percorsi inalterati di 7 e 14 km e soliti affascinanti panorami con vista sia sul Lago che sulle cime innevate delle prealpi Veronesi e bresciane, praticamente dei quadri simili a dipinti da incorniciare. Stradine e sentieri piacevoli da percorrere come piacevole è il territorio che si va ad attraversare, ed in mezzo a tanta compagnia i chilometri passano velocemente fino ad arrivare all’ultimo tratto tutto disegnato sul lungolago, a contatto quasi con l’acqua del Lago stesso e con i volatili che lo abitano: cigni, anatre, gabbiani e tante altre specie di uccelli acquatici. Peccato che, forse a causa dell’alto numero di arrivi, ad un certo punto della mattina il ristoro finale sia rimasto sprovvisto di bevande calde e, pensando che sui percorsi c’erano ancora parecchi partecipanti che non avevano finito la loro fatica, questo si è rivelata una negligenza organizzativa che ha fatto sorgere parecchie lamentele; per tutto il resto invece niente da dire, organizzazione adeguata all’evento. Di pari passo col ritorno ai livelli standard della partecipazione, anche i Gruppi sul tabellone sono tornati al loro numero abituale: quest’anno sono stati ottanta con SALCUS vista in graduatoria al 32° posto.

Appena il tempo di ritornare a casa e festeggiare il cambio d’anno che in un buon numero ci si è ritrovati subito di primo mattino a Teolo dov’era in programma la 2^ edizione della Teolo Winter Running, una ludico motoria che, malgrado la data molto particolare, è stata riproposta sull’onda del successo dello scorso anno. A un anno di distanza sia la temperatura che le condizioni meteo sono radicalmente cambiate e se dell’anno scorso erano rimasti nei ricordi una temperatura attorno ai meno sei, meno otto, con un bel sole che comunque riusciva a riscaldare, questa edizione verrà ricordata per la temperatura attorno ai più tre ma con un cielo plumbeo e la minaccia di pioggia sopra la testa, pioggia che ha cominciato poi a cadere poi anche copiosamente attorno alle dieci e trenta, fortunatamente quando la maggior parte dei partecipanti aveva portato a termine il proprio percorso. Percorsi da 4,5 – 10 e 15 km per lunghi tratti disegnati su ripidi sterrati resi fangosi (e quindi molto scivolosi) dalla pioggia caduta durante la notte, sentieri che hanno messo a dura prova in certi punti la stabilità del passo, ma che alla fine non hanno comportato danni ai podisti: bisogna dire a questo proposito che l’organizzazione è stata molto attenta e preventivamente ha dislocato diverso personale di servizio nei pressi dei punti più critici per essere pronti ad intervenire in caso di necessità. Probabilmente la previsione annunciata di questa fase di maltempo è stata determinante per tenere a casa quei circa duecento partecipanti che sono mancati all’appello rispetto alla prima edizione ma, pioggia a parte, gli organizzatori potranno sentirsi in ogni caso soddisfatti perché attirare un migliaio di podisti il primo dell’anno su questi sentieri dei Colli Euganei è sempre da considerare un grosso successo, impreziosito dai commenti favorevoli dei presenti, commenti che sono stati molto positivi anche per il caldo e saporito minestrone al ristoro finale veramente apprezzato da tutti. Anche in questa occasione scarsa la presenza di Gruppi, ma comunque in leggero aumento visto che ne sono stati premiati tredici contro i dieci dello scorso anno, e qui la SALCUS si è piazzata quarta.

E corriamo già al prossimo fine settimana che si presenta ancora una volta molto nutrito di manifestazioni: fra le tante in programma noi andiamo a proporre:

sabato 6 gennaio, giorno dell’Epifania, la 27^ Marcia del Radicchio Rosso ad Asigliano Veneto (VI), una ludico motoria con percorsi pianeggianti e misto collinari da 6, 12 e 20 Km: adesione al Gruppo entro giovedì 4 Gennaio.

domenica 7 gennaio poi saremo a Prova di San Bonifacio(VR) per la 22^ Marcia de le tre Frazion con percorsi pianeggianti da 7, 12 e 20 Km ed a Pozzonovo per la 17^ Marcia della Befana con percorsi ancora pianeggianti da 6, 12 e 18 Km: adesioni al Gruppo per queste due ludico motorie entro le ore 18,00 di venerdì 5 gennaio.

Un sereno Anno Nuovo a tutti.Teolo 1 gen 18

 

About The Author

Il Portale podistico www.salcus.it nasce con l’intento di diffondere le classifiche e le news podistiche sul web. Run is Life. GP Salcus

Related posts